ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Etiopia: rappresentante speciale Onu denuncia "stupri di massa" nel Tigrè (2)

New York, 22 gen 14:12 - (Agenzia Nova) - Pur rilevando la instabile situazione della sicurezza nella regione del Tigrè, l'accesso fisico ostacolato in molte parti e la terribile situazione dei civili, in particolare dei rifugiati, secondo l'inviata speciale rimane fondamentale che agli attori umanitari e agli osservatori indipendenti dei diritti umani venga concesso un accesso immediato, incondizionato e sostenuto a l'intera regione del Tigrè, inclusi agli sfollati interni e ai campi profughi dove i nuovi arrivati ​​avrebbero riferito di casi di violenza sessuale. L'assistenza medica e psicosociale immediata deve essere accompagnata da misure di protezione, per garantire che coloro che sono stati costretti a lasciare le proprie case a causa della violenza non siano esposti a ulteriori rischi di violenza sessuale all'interno dei campi. Ciò include gli oltre 5 mila rifugiati eritrei dentro e intorno all'area di Shire che vivono in condizioni disastrose, molti dei quali - secondo quanto riferito alle agenzie Onu - dormivano in un campo aperto senza acqua né cibo, così come gli oltre 59 mila etiopi che sono fuggiti dal Paese nel vicino Sudan. Le Nazioni Unite stimano che di questi rifugiati, oltre il 25 per cento siano donne e ragazze in età riproduttiva. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE