COVID

 
 

Covid: Damiano, ritardo consegna vaccino è grave, a questo ritmo immunità di gregge lontanissima

Roma, 24 gen 15:57 - (Agenzia Nova) - "La diminuzione e il ritardo nella consegna delle dosi di vaccino anti Covid da parte delle case farmaceutiche Pfizer e Astra Zeneca è un fatto molto grave". Lo dichiara Cesare Damiano, già ministro del Lavoro e presidente del centro studi Lavoro&Welfare. "Si impone un chiarimento e un ripristino della quantità delle consegne e, soprattutto, si rende necessario accelerare l'approvazione di nuovi vaccini da parte dell'Ema, l'Agenzia Europea per i medicinali, se si vuole tenere il passo per raggiungere il traguardo della cosiddetta immunità di gregge. Basta mettere giù due conti - continua Damiano - come ha fatto il Centro Studi di Lavoro&Welfare. L'obiettivo rimane quello di vaccinare 40 milioni di cittadini, i due terzi della popolazione italiana, entro la fine dell'anno, includendo anche il 'richiamo': quindi, 80 milioni di dosi. Questo significa, dal primo febbraio al 31 dicembre (restano 334 giorni), che occorre somministrare ogni giorno circa 236mila dosi. Fino al 16 gennaio ne abbiamo somministrate in media 76mila al giorno (primi in Europa) e, nell'ultima settimana, siamo scesi a 30.000 a causa delle mancate consegne. Una seria riflessione andrebbe fatta perché dalla velocità della vaccinazione dipende in gran parte la sconfitta del Covid: l'Europa deve correre ai ripari rapidamente", conclude. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE