CILE

 
 

Cile: altri 15 arresti dopo una nuova giornata di proteste a Piazza Italia

Santiago del Cile, 23 gen 17:18 - (Agenzia Nova) - Almeno 15 persone sono state tratte in arresto ieri in Cile, al termine di una nuova giornata di proteste sociali a Piazza Italia, nella capitale Santiago, e nei dintorni. Lo riferisce la polizia locale. I manifestanti chiedevano il rilascio dei detenuti arrestati durante le precedenti proteste, ma secondo i Carabinieri si sono resi responsabili di “disordini, lanci di molotov, aggressioni ad agenti di polizia e altri crimini”. Secondo le forze dell’ordine, almeno 400 persone hanno partecipato alla dimostrazione, a causa della quale nella capitale sono state chiuse le stazioni metro di La Moneda, Universidad de Chile, Santa Lucía, Baquedano, Universidad Católica e Parque Bustamante. Le proteste in Cile vanno avanti dal 18 ottobre del 2019, innescate da un aumento del prezzo dei trasporti pubblici ma poi ampliatesi con la denuncia delle crescenti diseguaglianze sociali e con la richiesta di una nuova Costituzione. Quest’ultima dovrebbe essere scritta dopo l’elezione dell’Assemblea costituente, in programma il prossimo 11 aprile. Nel corso degli ultimi mesi è stato oggetto di forti critiche l’operato dei Carabinieri, con molti attivisti che ne hanno denunciato l’uso eccessivo della forza contro i manifestanti. L’Istituto nazionale dei diritti umani (Indh) ha registrato più di 2.500 denunce e circa 3 mila vittime di abusi tra l’ottobre del 2019 e il marzo del 2020.
(Abu)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE