LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: leader "Rabbia del Fezzan" a "Nova", milizia del nord vuol attaccare il giacimento petrolifero di Sharara (2)

Tripoli, 06 feb 2019 14:35 - (Agenzia Nova) - Sheik ha invece saputo che, nell’ambito della crisi in corso nel Fezzan, dopo l’offensiva lanciata a metà gennaio dal generale Khalifa Haftar, uomo forte della Cirenaica, su Sebha (circa 650 chilometri a sud di Tripoli), il governo di Tripoli avrebbe nominato Ali Kuna, ex esponente del passato regime di Muammar Gheddafi originario del sud, a capo della regione militare meridionale della Libia. Il timore ora è che il Fezzan possa diventare un campo di battaglia tra le forze di Haftar e quelle di Sarraj. “Sappiamo che le forze che sostengono di essere di Jweil si trovano in una zona desertica fuori Ubari (circa 700 chilometri a sud di Tripoli) e che controllano quella città. Nei giorni scorsi il generale libico aveva mandato una delegazione a trattare per la resa di Sharara, ma i capi tribù della zona li hanno respinti. Una parte del nostro movimento è favorevole all'arrivo di una forza armata nominata dal governo di Tripoli, ma un’altra invece è contraria all'arrivo di milizie che non siano del luogo". Attualmente il campo di Sharara è controllato dalla 30ma Brigata che collabora con il movimento “Rabbia del Fezzan”. “Noi che siamo nel campo seguiamo le Guardie petrolifere libiche del governo di accordo nazionale libico che sono guidate da Boukhamada, il quale è stato con noi nei giorni scorsi proveniente da Ghat (circa 900 chilometri a sud-ovest di Tripoli), dove è poi ritornato per andare a Tripoli: lui ci ha garantito che non sarebbe stata inviata alcuna forza dal nord contro di noi”, ha concluso il leader del movimento “Rabbia del Fezzan”. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE