DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Difesa: polemiche in Moldova dopo l'annuncio dell'arrivo di 200 militari Usa per esercitazioni Dragon Pioneer 2016

Chisinau, 02 mag 2016 16:32 - (Agenzia Nova) - Ogni volta che la Moldova prova a volgere lo sguardo a Occidente, una fetta dell’opinione pubblica locale ricorda il retaggio che lega il paese al suo storico passato di vicinanza alla Russia. Il caso più recente sono le esercitazioni Dragon Pioneer 2016 che si terranno da domani al 20 maggio nel paese est-europeo. Alle manovre militari parteciperanno 200 militari statunitensi in arrivo oggi dalla Romania, una questione che non ha lasciato indifferente quella parte di società civile che rivendica l’importanza di una solida alleanza con la Russia. I partiti filorussi locali, infatti, hanno annunciato manifestazioni permanenti per tutta la durata delle esercitazioni. La situazione in Moldova, seppure con le dovute proporzioni, riflette l’intero contesto geopolitico attualmente in corso nell’Europa orientale: da un lato ci sono paesi come Polonia e Romania che insistono su un rafforzamento della presenza della Nato; dall’altro, invece, c’è la Russia che denuncia le continue “dimostrazioni di forza” compiute dall’Alleanza atlantica nell’area. (segue) (Moc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE