CINA

 
 

Cina: Banca centrale inietta altra liquidità attraverso prestiti a medio termine per 30 miliardi di dollari

Pechino, 30 nov 2020 16:12 - (Agenzia Nova) - La Banca centrale cinese (Banca popolare, Pboc) ha iniettato oggi 200 miliardi di yuan (30,4 miliardi di dollari) attraverso prestiti a medio termine, di un anno, alle istituzioni finanziarie. Lo ha reso noto l'istituto di credito in un comunicato. La banca ha mantenuto invariato al 2,95 per cento il tasso di interesse applicato sui prestiti nella precedente operazione di questo tipo. La Pboc ha anche affermato che ne effettuerà un'altra il 15 dicembre per rinnovare i prestiti in scadenza, per un'entità che dipenderà dalla domanda di mercato. Il 16 novembre la Banca centrale aveva già iniettato nel sistema finanziario 800 miliardi di yuan (121,6 miliardi di dollari) sotto forma di prestiti a medio termine. "Nessuno si aspettava l'erogazione di prestiti a medio termine oggi poiché la Pboc aveva detto che l'operazione di metà novembre è stata un'operazione una tantum per il mese", ha commentato un trader di una banca estera a Shanghai. Ken Cheung, capo stratega per il mercato valutario asiatico della Mizuho Bank di Hong Kong, ha affermato che l'iniziativa è stata presa per stabilizzare le aspettative del mercato a seguito di una serie di insolvenze obbligazionarie e dopo una recente riunione del Comitato per la stabilità finanziaria e lo sviluppo (Fsdc) che ha promesso "tolleranza zero" in caso di cattiva condotta. "(La Pboc) deve iniettare fondi a partire da ora per soddisfare la crescente domanda di liquidità verso la fine dell'anno poiché le insolvenze delle imprese statali hanno avuto davvero un enorme impatto sul mercato", ha aggiunto. Dopo l'iniezione, i future sui titoli di stato cinesi a dieci anni con consegna a marzo sono aumentati dello 0,33 per cento.

(Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE