LIBIA

 
 

Libia: Saleh chiede che Sirte sia la sede di un nuovo Consiglio presidenziale

Tripoli, 21 ago 2020 12:48 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Camera dei rappresentanti di Tobruk (l’organo legislativo della Libia eletto nel 2014 che si riunisce in Cirenaica), Aguila Saleh, ha chiesto che la città di Sirte ospiti temporaneamente la sede di un nuovo Consiglio presidenziale che possa “riunire tutti i libici". In una dichiarazione pubblicata oggi, Saleh ha invitato "a cessare immediatamente il fuoco e le operazioni di combattimento in tutto il paese". Un simile appello è stato lanciato quasi in concomitanza a Tripoli dal capo del Consiglio presidenziale e premier del Governo di accordo nazionale, Fayez al Sarraj. Da parte sua, Saleh ha chiesto che la protezione di Sirte venga affidata a una forza di sicurezza ufficiale composta da personale proveniente dalle varie regioni della Libia, "in preparazione dell'unificazione delle istituzioni statali, (...) a condizione che gli accordi militari siano completati in conformità con il percorso negoziale 5+5 sotto gli auspici della missione Onu". La tregua dovrebbe far cessare “qualsiasi intervento militare straniero”, portare “all'espulsione dei mercenari e allo smantellamento delle milizie, al fine di ottenere il ripristino della piena sovranità nazionale", ha aggiunto Saleh. Il presidente del parlamento di Tobruk ha detto che “la produzione e l'esportazione di petrolio dovrebbero riprendere e le sue entrate dovrebbero essere congelate in un conto della Libyan Foreign Bank, e non dovrebbero essere utilizzate fino a quando non sarà stato raggiunto un accordo politico in conformità con le conclusioni della Conferenza di Berlino e la Dichiarazione del Cairo, e con la garanzia della missione Onu, dell'amministrazione statunitense e dei paesi che sostengono la pace e la stabilità in Libia, al fine di ottenere giustizia e trasparenza”, ha concluso Saleh.
(Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE