SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Sudan: violenze tribali nel Darfur occidentale, governo invia militari a El Geneina

Khartum, 22 gen 11:05 - (Agenzia Nova) - Il governo del Sudan ha dispiegato truppe all'interno e all'esterno della capitale dello Stato del Darfur occidentale, El Geneina, dopo le sanguinose violenze tribali che lo scorso fine settimana hanno provocato la morte di almeno 160 persone e il ferimento di altre 215. Lo riferisce l'agenzia di stampa ufficiale “Suna”, secondo cui il governatore del Darfur occidentale, Mohamed Abdallah Aldoma, ha approvato un piano di sicurezza per proteggere i civili. Secondo Aldoma, una forza congiunta composta da polizia, servizi di sicurezza, esercito, Forze di supporto rapido (Srf) e militari della riserva centrale sotto il comando del comando dell'esercito sarà dispiegata in tutto lo Stato, in particolare nei quartieri in difficoltà. La capitale El Geneina è stata inoltre suddivisa in zone che necessitano di interventi urgenti e immediati e altre dove sono dispiegate forze stazionarie per arrestare i fuorilegge. I primi rinforzi militari sono arrivati dagli altri stati del Darfur. Nei giorni scorsi il segretario generale del governo del Darfur occidentale, Mohammad Zakaria, ha affermato che le autorità hanno aperto 42 centri di accoglienza per oltre 50 mila sfollati, inclusi bambini, donne e anziani. Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha avuto ieri un colloquio con il primo ministro sudanese Abdallah Hamdok per discutere della situazione della sicurezza nel Darfur occidentale, secondo quanto si apprende da una nota del governo sudanese. Nel corso del colloquio Hamdok ha informato Guterrese delle misure per garantire la sicurezza e consegnare alla giustizia i responsabili delle violenze. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE