SMOG

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Smog: Cittadini per l'aria, le città della Pianura Padana al top della classifica per morti in Europa

Milano, 20 gen 17:40 - (Agenzia Nova) - Un nuovo studio pubblicato oggi su The Lancet Planetary Health stima il tasso di mortalità legato all'inquinamento da particolato sottile (PM2.5) e biossido di azoto (NO2) in 1000 città europee. Lo studio è stato condotto dal Barcelona Institute for Global Health (ISGlobal), in collaborazione con i ricercatori del Swiss Tropical and Public Health Institute (Swiss TPH) e dell'Università di Utrecht. I risultati rivelano che ogni anno possono essere evitate, rispettivamente, 51.000 e 900 morti dovute al PM2.5 e all'NO2 se in tutte le città oggetto dello studio venissero rispettate le Linee guida sulla qualità dell'aria dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). I dati mostrano che moltissime città della Pianura Padana subiscono il più grave impatto a livello europeo per la cattiva qualità dell'aria, prima fra tutte l'area metropolitana di Milano, 13esima in classifica quanto ad impatto del particolato sottile, dove si potrebbero evitare ogni anno 3967 morti premature - pari a circa il 9% del totale. Lo scrivono in una nota "Cittadini per l'Aria onlus" che aggiungono come la classifica ponga inoltre Brescia, Bergamo e Vicenza rispettivamente al primo, secondo e quarto posto a livello europeo quanto a rischio di morire a causa dell'inquinamento da particolato e assegna alla "Leonessa d'Italia", con il 15%, la più elevata percentuale di mortalità attribuibile a questo inquinante. Secondo la ricerca se Napoli e Roma rispettassero a loro volta i limiti dell'OMS per il PM2.5 ogni anno si risparmierebbero, rispettivamente, 1352 e 1029 vite umane. I ricercatori evidenziano che la maggiore mortalità da PM2.5 si verifica dove al particolato che proviene de scarichi e abrasione di freni e pneumatici si aggiunge quello dei combustibili solidi utilizzati per riscaldare le case. A livello europeo fra le prime 100 città per rischio da esposizione al PM2.5 ben il 37% è sito in Italia. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE