LIBIA

 
 

Libia: fonti stampa, Gna chiede aiuto all'industria militare turca

Tripoli, 27 nov 2020 09:45 - (Agenzia Nova) - La Turchia e il Governo di accordo nazionale libico (Gna) del premier Fayez al Sarraj starebbero cercando di trovare un'alternativa all'invio di armi per le milizie, fabbricandole direttamente dall'interno dei territori libici, a causa delle restrizioni sull'invio di armi turche dirette da Ankara alla Libia occidentale. Lo riferisce il sito web d’informazione libico “Libya Akhbar”, considerato vicino alle istanze del generale Khalifa Haftar, l'uomo forte della Cirenaica e comandante dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna). Il ministro della Difesa del Gna, Salah al Din al Namroush, avrebbe recentemente annunciato l’intenzione di sviluppare i complessi industriali militari libici ora nelle mani di esperti militari turchi. Il possibile ripristino dell'industria militare libica, spiega ancora il giornale online, arriva dopo l’ispezione all'inizio di questa settimana di una nave turca diretta in Tripolitania da parte di una fregata tedesca appartenente alla missione aeronavale europea “Irini”, che si occupa di attuare l’embargo Onu sulle armi in Libia.
(Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE