PARAGUAY

 
 

Paraguay: Covid, governo annuncia nuove misure restrittive durante le feste

Asunción, 18 dic 2020 21:17 - (Agenzia Nova) - Il ministro della Salute del Paraguay, Julio Mazzoleni, ha annunciato oggi che sottoporrà al governo per approvazione nuove misure restrittive per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus nel paese nel contesto delle feste natalizie fino al 3 gennaio. Tra le misure annunciate la restrizione della circolazione dalle 00 alle 5 del mattino con eccezione di natale e capodanno dove si permetterà il rientro a casa dopo la mezzanotte e fino all'una. Le riunioni saranno limitate ad un massimo di 12 persone, mentre verrà proibita anche la circolazione interprovinciale, ed in particolare in uscita dalla capitale Assunzione e dalla regione centrale, epicentro della pandemia nel paese. "Siamo in un momento difficile dal punto di vista epidemiologico, il nostro obiettivo è rallentare la propagazione del virus", ha detto Mazzoleni. 

L'annuncio del ministro avviene mentre nel paese si assiste a un lento ma costante aumento dei casi giornalieri con un picco di oltre mille nuovi casi nel corso di questa settimana e 18 decessi nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i contagi sono stati 97.026, mentre le morti sono state complessivamente 2.032. Attualmente le persone ricoverate per Covid sono 856 delle quali 179 in terapia intensiva. Il ministro della Salute ha allertato inoltre sul pericolo che all'epidemia del Covid si sommi anche quella del dengue, Le autorità temono infatti che l'inizio della stagione delle piogge nel paese derivi in un alto indice di infestazione della larva della Aedes Aegypti, insetto che trasmette non solo il dengue, ma anche il zika e il chikungunya, altri due virus endemici con caratteristiche simili. 

Il governo aveva annunciato il mese scorso che il vaccino contro il nuovo coronavirus sarà gratuito per tutti i gruppi vulnerabili anche se non non obbligatorio e che per il 2021 si prevede ad ogni modo mantenere alcune misure di prevenzione in vigore contro la diffusione della pandemia. "Il vaccino non sarà obbligatorio anche se raccomandiamo fortemente la sua applicazione", ha affermato Mazzoleni attraverso una nota ufficiale diffusa nelle resti social del governo. "Continueremo ad ogni modo a mantenere le misure di protezione ed igiene obbligatorie", ha  aggiunto. Il ministro ha quindi precisato che "il primo gruppo ad essere vaccinato sarà il personale medico" e che il governo ha già censito i gruppi a rischio e sta approntando un "programma di immunizzazione". Le categorie a cui verrà applicato gratuitamente, ha precisato quindi il responsabile del dicastero Salute, rappresentano "circa un 30 per cento" dei circa 6 milioni e mezzo di abitanti del paese. 

Il governo del Paraguay, ha precisato Mazzoleni, non ha puntato su nessun vaccino o laboratorio in particolare ma ha effettuato un deposito di sette milioni di dollari per assicurarsi l'accesso attraverso il meccanismo "Covax" dell'Organizzazione panamericana della Salute (Ops) e l'Alleanza internazionale per l'accesso  ai vaccini  (Gavi). In questo modo Assunzione afferma di essersi assicurata la disponibilità di almeno nove diversi vaccini. In base all'andamento della sperimentazione il governo prevede realisticamente che la campagna di vaccinazione possa realizzarsi entro il primo semestre del 2021. Il governo di Assunzione cerca ad ogni modo di mantenersi prudente riguardo alle informazioni sull'efficacia dei vaccini che vengono diffuse. "Avremo un 2021 nel quale, incluso con i vaccini, continueremo a mantenere le misure di prevenzione ed igiene necessarie", ha concluso Mazzoleni.  (Abu)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE