BRASILE

 
 

Brasile: Omc, governo agisce per rimozione restrizioni acquisti alimenti da parte del Pam

Brasilia, 22 gen 00:30 - (Agenzia Nova) - Il governo del Brasile, insieme con i governi di altri 79 dei 164 paesi membri dell'Organizzazione mondiale del commercio (Omc), ha adottato una dichiarazione congiunta di impegno a favore dell'esenzione da misure o restrizioni relative all’acquisto di alimenti e prodotti agricoli a fini umanitari da parte del Programma alimentare mondiale (Pam). I 79 paesi che si sono impegnati rappresentano oltre il 70 per cento delle esportazioni agricole mondiali. Lo ha reso noto il governo di Brasilia in una nota congiunta dei ministeri degli Esteri e dell'Agricoltura. "Il Brasile ha svolto un ruolo eccezionale nei negoziati all'Omc lo scorso giugno nel sostenere l'iniziativa", si legge nella nota.

"La misura è anche in linea con l'impegno del Brasile nell'ambito del G20 per continuare a lavorare con le organizzazioni internazionali al coordinamento delle azioni volte a identificare e condividere buone pratiche per facilitare i flussi internazionali di beni e servizi necessari per rispondere alla pandemia. Il Brasile ha anche seguito da vicino le discussioni a livello Ocse sull'impatto della pandemia di Covid-19 sulla sicurezza alimentare, che hanno evidenziato la capacità del Paese di mantenere i propri impegni di approvvigionamento alimentare globale senza interruzioni. L'impegno del Brasile conferma la sua volontà di promuovere la sicurezza alimentare non solo sul territorio nazionale, ma in tutto il mondo, contribuendo al raggiungimento dell'Obiettivo di sviluppo Sostenibile", si legge ancora nel comunicato. "Il contesto della pandemia e l'imposizione di misure per vietare o limitare le esportazioni di prodotti agricoli nel 2020 hanno amplificato le sfide già esistenti per le operazioni del Pam. Il Programma stima che il numero di persone in situazioni di insicurezza alimentare acuta nei paesi in cui opera sarà aumentato a 270 milioni entro la fine del 2020, con un aumento dell'82 per cento rispetto al livello pre-Covid", conclude la nota.

Il governo del Brasile, insieme con i governi di altri 79 dei 164 paesi membri dell'Organizzazione mondiale del commercio (Omc), ha adottato una dichiarazione congiunta di impegno a favore dell'esenzione da misure o restrizioni relative all’acquisto di alimenti e prodotti agricoli a fini umanitari da parte del Programma alimentare mondiale (Pam). I 79 paesi che si sono impegnati rappresentano oltre il 70 per cento delle esportazioni agricole mondiali. Lo ha reso noto il governo di Brasilia in una nota congiunta dei ministeri degli Esteri e dell'Agricoltura. "Il Brasile ha svolto un ruolo eccezionale nei negoziati all'Omc lo scorso giugno nel sostenere l'iniziativa", si legge nella nota.

"La misura è anche in linea con l'impegno del Brasile nell'ambito del G20 per continuare a lavorare con le organizzazioni internazionali al coordinamento delle azioni volte a identificare e condividere buone pratiche per facilitare i flussi internazionali di beni e servizi necessari per rispondere alla pandemia. Il Brasile ha anche seguito da vicino le discussioni a livello Ocse sull'impatto della pandemia di Covid-19 sulla sicurezza alimentare, che hanno evidenziato la capacità del Paese di mantenere i propri impegni di approvvigionamento alimentare globale senza interruzioni. L'impegno del Brasile conferma la sua volontà di promuovere la sicurezza alimentare non solo sul territorio nazionale, ma in tutto il mondo, contribuendo al raggiungimento dell'Obiettivo di sviluppo Sostenibile", si legge ancora nel comunicato. "Il contesto della pandemia e l'imposizione di misure per vietare o limitare le esportazioni di prodotti agricoli nel 2020 hanno amplificato le sfide già esistenti per le operazioni del Pam. Il Programma stima che il numero di persone in situazioni di insicurezza alimentare acuta nei paesi in cui opera sarà aumentato a 270 milioni entro la fine del 2020, con un aumento dell'82 per cento rispetto al livello pre-Covid", conclude la nota. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE