MED FORUM

 
 

Med Forum: ministro Esteri turco Cavusoglu, porte Turchia restano aperte al dialogo

Roma, 03 dic 2020 13:21 - (Agenzia Nova) - Le porte della Turchia restano aperte al dialogo per risolvere le tensioni nel Mediterraneo orientale. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, intervenendo alla sesta edizione della Conferenza Rome Med - Mediterranean Dialogues, promossa dal ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e dall'Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi). Il capo della diplomazia di Ankara ha citato nel suo intervento la proposta fatta dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan di organizzare una conferenza regionale con tutti gli Stati costieri del Mediterraneo, inclusa l'autoproclamata Repubblica turca di Cipro del Nord (Trnc), in cui sarebbero considerati i diritti e gli interessi degli attori regionali. “La conferenza rappresenta un’occasione per ristabilire un ambiente adatto per la cooperazione. Questa è la nostra proposta”, ha dichiarato Cavusoglu, il quale ha rivelato che oggi a Bruxelles la Commissione europea ha ricevuto l’ambasciatore turco per discutere l’organizzazione della futura conferenza. “Minacciare la Turchia e ignorare i diritti dei turco-ciprioti non è nell’interesse dell’Ue, della Nato e delle nazioni del Mediterraneo. I leader europei devono incoraggiare la Grecia e i greco ciprioti a impegnarsi con la Turchia e con i turco ciprioti”, ha dichiarato il ministro degli Esteri turco, secondo cui vi è inoltre bisogno che i Paesi Ue affrontino tali questioni anche sul piano bilaterale con la Turchia. Per Cavusoglu diversi Paesi Ue hanno colto questa opportunità, ma altri agiscono diversamente e tale comportamento non è nell’interesse dell’Unione europea. “L’abuso della solidarietà europea non può andare contro gli interessi della Nato”, ha dichiarato Cavusoglu.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE