GERMANIA

 
 

Germania: Merkel, blocco anti-Covid inizia a dare frutti

Berlino, 21 gen 13:23 - (Agenzia Nova) - In vigore dal 16 dicembre scorso al 14 febbraio, il blocco generale attuato dalla Germania per contenere la pandemia di coronavirus “inizia a dare i propri frutti”. Le nuove infezioni da Covid-19 sono, finalmente diminuite. È quanto dichiarato dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, nel corso della conferenza stampa che ha tenuto oggi a Berlino. Come riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, Merkel ha evidenziato che, in Germania, il quadro della pandemia è “molto eterogeneo”. In primo luogo, i nuovi contagi sono “finalmente diminuiti”. Ciò dimostra che il lockdown “inizia a dare i propri frutti” e che, “fondamentalmente, vale la pena” attuare le restrizioni. Allo stesso tempo, ha sottolineato Merkel, il bilanci delle vittime quotidiane del coronavirus è “allarmante”. Per la cancelliera, “questi non sono numeri, sono persone morte in solitudine, sono destini, queste sono famiglie in lutto”. Vi è poi la mutazione della Sars-Cov2, che rappresenta “un grande pericolo”, in quanto altamente contagioso. Pertanto, la diffusione della variante britannica del coronavirus “deve essere rallentata il più possibile”. Al riguardo, Merkel ha avvertito che “aspettare ora” potrebbe significare “non poter prevenire una terza ondata” della pandemia. “Possiamo ancora impedirlo, abbiamo ancora tempo per prevenire il pericolo insito nel virus mutato”, ha dichiarato Merkel.

Secondo la cancelliera, non vi è contraddizione tra le restrizioni anticontagio e società, economia, mondo del lavoro e cultura. “Tutto serve” alla Germania, ai suoi cittadini e alla sua economia, allo scopo di “tenere sotto controllo la pandemia quest'anno e alla fine superarla”. Merkel ha quindi espresso comprensione per la frustrazione provocata dal coronavirus e delle misure per combatterlo. In particolare, la cancelliera ha affermato che la pandemia è “una catastrofe del secolo, un disastro naturale” ed è “giustamente percepita da tutti come un'imposizione”, In merito alle lamentele contro le restrizioni anticontagio, Merkel ha osservato: “Sarebbe molto sorprendente se la pazienza non fosse davvero messa a dura prova, e anche noi ne siamo consapevoli”. Tuttavia, vi sono ragioni di speranza, come i vaccini. Inoltre, “sappiamo come trovare l'uscita dalla crisi”, ha detto la cancelliera. Tuttavia, per Merkel questo “è un momento difficile” e non vi è altro da dire all'infuori di ciò . Merkel ha poi ribadito che il ripristino dei controlli alle frontiere della Germania per contenere la pandemia rappresenta “soltanto l'extrema ratio”, ma non si possono escludere. Il provvedimento verrebbe attuato se gli Stati vicini, membri e non dell'Ue, seguiranno approcci diversi al contenimento della variante britannica del Covid-19. Una strategia comune a tal fine verrà discussa dal Consiglio europeo che si tiene oggi in videoconferenza. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE