MIGRANTI

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Migranti: ministra Esteri spagnola, non vogliamo frontiere chiuse ma nemmeno flussi irregolari (3)

Madrid, 29 nov 2020 18:52 - (Agenzia Nova) - "Tra Spagna e Italia rappresentiamo il 25 per cento della popolazione europea, il 25 per cento del Pil e crediamo modestamente di avere qualcosa da dire in questa discussione in modo costruttivo e deciso", ha detto Gonzalez Laya. La ministra ha poi dichiarato che il governo spagnolo "in attesa di una risposta" ha chiesto il sostegno di organizzazioni internazionali e di Frontex per contribuire a migliorare il controllo delle partenze di imbarcazioni irregolari dalla costa atlantica. La Spagna insieme a Marocco, Gambia, Guinea, Mauritania, Senegal, "sta già lavorando al controllo dello spazio marittimo" e nel caso di questi ultimi due Paesi "abbiamo barche e mezzi aerei dispiegati, pattugliando insieme". In merito alla ratifica del Piano per la ripresa dell'Ue, la ministra ha affermato che tutti i Paesi "compresi Polonia e Ungheria" sono "consapevoli" della sua importanza nell'economia dell'intero Continente. "Sappiamo che l'unico modo per uscire da questa crisi è fare un investimento collettivo. Mi piacerebbe pensare che, come sempre, ci sarà un tiro alla fune, ma poi riusciremo a raggiungere un accordo". (Spm)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE