BRASILE

 
 

Brasile: India avvia esportazione vaccini a sei paesi partner, Brasilia resta fuori

Brasilia, 19 gen 19:15 - (Agenzia Nova) - L'india avvierà a partire da domani, 20 gennaio, scorte di vaccini contro il coronavirus prodotti nel paese grazie a un accordo con l'industria farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca. Tra i paesi beneficiari non figura il Brasile che pure aveva un accordo per ricevere una partita di dosi vaccinali. Il governo di Nuova Delhi, spiega un comunicato del ministero degli Esteri indiano, ha ricevuto numerose richieste di fornitura in risposta alle quali, e in linea con l'impegno a collaborare nella lotta dell'umanità contro la pandemia, a partire da domani saranno garantite forniture, sotto forma di assistenza, al Bhutan, alle Maldive, al Bangladesh, al Nepal, al Myanmar e alle Seychelles. Per quanto riguarda, invece, Sri Lanka, Afghanistan e Mauritius si attendono le necessarie autorizzazioni regolamentari.

Anche le scorte per il Brasile sarebbero dovute arrivare dall'India il 20 gennaio, in base a un accordo tra i due paesi. Una settimana fa il presidente del Brasile Jair Bolsonaro aveva chiesto a Nuova Dehli di anticipare la consegna, allestendo un aereo della Fab per andare a prelevare per conto della fondazione Fiocruz il Covishield prodotto da Serum Institute of India. L'operazione si è però arenata, apparentemente, per un nodo di tipo politico. Gli accordi stretti dalle case farmaceutiche con sede in India hanno bisogno del visto buono del governo centrale all'esportazione del prodotto. Il paese asiatico ha però avviato sabato una imponente campagna vaccinale e, nel momento di intensa domanda mondiale, il governo del primo ministro Narendra Modi, sembra volersi prima assicurare un numero sufficiente di dosi per uso interno.

Confermando alcune ricostruzioni della stampa regionale, Nuova Dehli è al momento più interessata a una distribuzione verso i paesi vicini. L'India, prosegue il comunicato, ha avviato il suo programma di vaccinazione in modo graduale e scegliendo le categorie prioritarie e, in considerazione dei propri bisogni, rifornirà anche Paesi partner. In previsione delle consegne è stato effettuato un programma di formazione per i gestori degli aspetti amministrativi e operativi. L'India continuerà a fornire vaccini a Paesi di tutto il mondo, si legge a conclusione del comunicato. Ciò avverrà cercando un equilibrio tra le esigenze nazionali e la domanda e gli obblighi internazionali, inclusi quelli assunti nell'ambito dell'alleanza Gavi Covax a favore dei Paesi in via di sviluppo. (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE