ARMENIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Armenia: premier Pashinyan a "la Repubblica", è ricominciato il genocidio turco contro di noi (2)

Erevan, 09 ott 2020 09:32 - (Agenzia Nova) - Poi spiega che ne è dei terroristi siriani al fronte. "È ormai internazionalmente riconosciuto che la Turchia ha portato dei jihadisti dalla Siria per aiutare gli azeri. Perciò in quelle montagne si combatte anche una guerra contro il terrorismo, lungo una linea del fronte che vede opposte la civiltà alla barbarie. L'Armenia e il Nagorno Karabakh sono gli ultimi ostacoli all'espansionismo di Ankara, e se la comunità internazionale non interverrà in fretta, si ritroverà molto presto i turchi alle porte di Vienna, come accadde nel XVII secolo con gli ottomani". Il premier chiede alla comunità internazionale "innanzitutto di riconoscere che il Nagorno-Karabakh è stato attaccato dall'Azerbaigian, le cui truppe da un mese si stavano addestrando assieme a quelle turche. Deve poi rendersi conto del pericolo che rappresentano le migliaia di jihadisti che si trovano nelle zone di combattimento. Infine, deve riconoscere l'indipendenza della Repubblica del Nagorno Karabakh perché sarebbe il solo modo per impedire un nuovo genocidio degli armeni". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE