LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: Mladenov rinuncia al mandato, l’azione Onu rischia di indebolirsi (3)

Roma, 23 dic 2020 12:54 - (Agenzia Nova) - Intanto il portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite, Stéphane Dujarric, ha affermato che il rappresentante speciale “ad interim” in Libia, la statunitense Stephanie Williams (data per dimissionaria negli ambienti diplomatici già lo scorso ottobre, ma rimasta saldamente in sella), "continuerà a prestare servizio nella sua posizione". Secondo quanto appreso da "Agenzia Nova", Williams doveva comunque rimanere in carica almeno fino al 17 gennaio prima dell'arrivo del nuovo inviato. Molto probabilmente l’ex numero due di Ghassan Salamé, il diplomatico libanese che ha lasciato la guida di Unsmil a marzo per motivi di salute, proseguirà il suo mandato almeno per tutto il mese di gennaio. Una circostanza che potrebbe anche essere positiva. La Williams ha dimostrato notevoli capacità di mediazione, spingendo i libici a concordare una data delle elezioni parlamentari e presidenziali il 24 dicembre 2021, il giorno del 70esimo anniversario dell’indipendenza della Libia; un tasso di cambio unificato tra est e ovest; un cessate il fuoco permanente. Le circostanze della rinuncia di Mladenov per “motivi di salute”, tuttavia, appaiono poco convincenti e gettano ombre inquietanti sull’intero processo di mediazione Onu. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE