SOMALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Somalia: raid Africom contro al Shabaab a nord di Mogadiscio

Mogadiscio, 19 gen 10:33 - (Agenzia Nova) - Le forze del Comando Africa degli Stati Uniti per l'Africa (Africom) hanno effettuato un raid nella zona somala di Tiyeeglow, a nord di Mogadiscio, distruggendo un complesso di al Shabaab. In una nota, il generale delle operazioni Quartz, Dagvin Anderson, ha precisato che l'attacco aereo è stato condotto ieri, 18 gennaio. "Continueremo a sostenere i nostri partner e a contrastare gli sforzi di al Shabaab", ha detto il generale aggiungendo che non è stata registrata alcuna vittima civile. L'intervento cade a tre giorni dall'annuncio del completamento del ritiro delle truppe Africom collocate dal governo degli Stati Uniti a supporto di Mogadiscio nella lotta contro i jihadisti. La decisione Usa di ritirare le sue truppe dalla Somalia, già nell’aria da diversi mesi, è stata annunciata ufficialmente dal presidente Donald Trump lo scorso 4 dicembre. Il ritiro coinvolge un totale di 700 militari impiegati nel Paese del Corno d'Africa per addestrare le forze locali – nello specifico l'unità speciale Danaab – a combattere contro il gruppo jihadista al Shabaab e i militanti dello Stato islamico. In vista del ritiro, lo scorso 22 dicembre una portaerei statunitense ha attraccato al largo delle coste della Somalia per procedere al trasferimento dei militari. L'operazione, ribattezzata “Octave Quartz”, è stata condotta dalla portaerei Makin Island Amphibious Ready Group e dal 15mo Marine Expeditionary Unit e prevede il trasferimento delle truppe in altre basi dell'Africa orientale, come Camp Lemonnier (a Gibuti) e Manda Bay (in Kenya), secondo quanto stabilito dal dipartimento della Difesa statunitense. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE