BURUNDI

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Burundi: Human Rights Watch, 15 persone uccise durante campagna referendaria (2)

Bujumbura, 18 mag 2018 17:37 - (Agenzia Nova) - Il progetto è stato fortemente criticato dall’Unione africana e dall’opposizione, secondo cui il referendum sancirebbe “il funerale” dell'accordo di pace del 2000 che ha posto fine a una guerra civile di 13 anni. Il Burundi è precipitato in una nuova crisi nell’aprile 2015, quando il presidente Nkurunziza ha rifiutato di dimettersi dopo la fine del suo secondo mandato e ha deciso di candidarsi per un terzo mandato alle elezioni tenute nello stesso anno. Dall’inizio della crisi si stima che siano morte almeno 2 mila persone mentre altre migliaia sono state costrette alla fuga nei paesi vicini. Il governo del Burundi ha respinto la decisione della Corte penale internazionale (Cpi) di aprire un’inchiesta sui presunti crimini contro l’umanità commessi nel paese, annunciando che non collaborerà con i giudici dell’Aja. In una conferenza stampa tenuta a Bujumbura, il ministro della Giustizia, Aimee Laurentine Kanyana, ha ribadito che il governo “non collaborerà con la Cpi o con qualsiasi altro organismo fraudolento che miri ad estendere il suo mandato sul territorio del Burundi”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE