TURISMO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Turismo: delegazione italiana a Tunisi per favorire ripresa del settore (2)

Tunisi, 15 apr 2016 08:26 - (Agenzia Nova) - Le prenotazioni dei locali erano passate da 3.428.913 nel 2010 a 5.007.215 nel 2015. Un dato che non basta a risolvere i problemi del settore ma può aiutare il turismo a risollevarsi. La Tunisia è stata colpita nel 2015 da tre gravi attentati terroristici: quello di marzo al museo del Bardo; l’attacco di Susa (Sousse) a giugno, in cui sono morti 38 turisti stranieri; l’attacco suicida contro un bus della Guardia presidenziale il 24 novembre che a Tunisi ha ucciso 12 militari. Gli attentati hanno messo in ginocchio il turismo nel paese con gravi ripercussioni sull'economia locale. Lo scorso 22 marzo le autorità hanno prolungato di altri tre mesi lo stato di emergenza su tutto il paese, proclamato dopo l’attacco suicida di novembre. Durante il periodo di stato di emergenza le autorità possono limitare “la circolazione di persone e autoveicoli”; vietare scioperi e manifestazioni; introdurre nuove regole sul permesso di soggiorno, vietandolo a tutti coloro che intralciano l’azione delle pubbliche autorità; e procedere al fermo di persone o al sequestro dei loro beni, per garantire la sicurezza della nazione. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE