LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: ufficiale Warfalli accusato di uccisioni sommarie si consegna alle forze di Haftar

Tripoli, 07 feb 2018 08:31 - (Agenzia Nova) - L’ufficiale libico Mahmoud al Warfalli, sul cui capo pende un mandato di cattura da parte della Corte penale internazionale (Cpi), si è consegnato nelle mani dell’amministrazione delle prigioni e della polizia militare dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) guidato dal generale Khalifa Haftar, uomo forte della Cirenaica. Secondo l’emittente televisiva “al Jazeera”, Warfalli si è consegnato volontariamente su indicazioni di Haftar che ha chiesto di collaborare alle indagini sul suo conto riguardo alle accuse di omicidi sommari di persone accusate di appartenere allo Stato islamico compiuti a Bengasi. Warfalli, capo della milizia d’élite “Al Saiqa”, è apparso in un video diffuso nella notte sui social network in cui annuncia l’intenzione di consegnarsi “per consentire il completamento delle indagini” a suo carico. “Dopo l’emanazione da parte del comando dell’esercito di un ordine di fermo nei miei confronti – spiega l’ufficio, considerato un eroe di guerra a Bengasi - ho subito dato notizie di volermi consegnare alla polizia militare di al Maraj per completare le indagini sul mio conto che riguardano la Corte penale internazionale”. Al Warfalli è accusato di una serie di omicidi avvenuti a Bengasi tra cui quello di 10 presunti terroristi islamici avvenuto in piazza dopo l’attentato contro la moschea di Biat al Radwan dello scorso mese. (segue) (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE