GAMBIA

 
 

Gambia: presidente Jammeh accusato di dare rifugio a mercenari

Banjul, 05 gen 2017 13:38 - (Agenzia Nova) - Dopo essersi rifiutato di riconoscere la vittoria del leader dell’opposizione Adama Barrow alle elezioni dello scorso primo gennaio, il presidente uscente del Gambia, Yahya Jammeh, avrebbe iniziato a dare rifugio a mercenari. È quanto sostiene un’inchiesta della testata online statunitense “Buzzfeed”, secondo cui non è tuttavia chiaro se Jammeh stia cercando di puntare su milizie irregolari per mantenere il potere o per contrastare un l’eventuale intervento militare minacciato nei giorni scorsi dal gruppo regionale Ecowas nel caso in cui il presidente uscente, al potere dal 1994, dovesse rifiutarsi di farsi da parte dopo la scadenza del suo mandato, il 18 gennaio prossimo. L’inchiesta di “Buzzfeed” si affida a una fonte anonima nell’intelligence della Costa d’Avorio, secondo la quale sarebbe in corso una forte attività di reclutamento di mercenari liberiani e ivoriani. Informazioni che vengono confermate da un ufficiale liberiano in congedo, secondo cui sarebbero “migliaia” gli ex militari liberiani pronti a combattere per Jammeh in cambio di soldi. Secondo una fonte del governo del Gambia, inoltre, il leader di Banjul avrebbe anche cercato, senza successo, di assoldare separatisti senegalesi nella regione di Casamance, lungo il confine tra i due paesi. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE