TUNISIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tunisia: polemiche per le condanne contro chi non rispetta il digiuno durante il Ramadan (3)

Tunisi, 18 giu 2017 09:15 - (Agenzia Nova) - Domenica scorsa, 11 giugno, decine di persone hanno manifestato nel centro di Tunisi per chiedere il diritto di mangiare e bere in pubblico durante il Ramadan. "Mush Bessif", vale a dire "non contro la nostra volontà": questo lo slogan che unisce i manifestanti che chiedono il "rispetto della libertà di credenza e di coscienza" in Tunisia. La campagna lanciata dagli attivisti rivendica il diritto dei cittadini di non seguire i precetti del Ramadan degli spazi pubblici, e quindi di poter mangiare o bere durante il giorno. “Mush Bessif” afferma di chiedere semplicemente il rispetto della Costituzione 2014, considerata peraltro un modello per il mondo arabo. “Vogliamo una Tunisia laica e che i cittadini siano liberi. Fino a quando non esercita alcuna violenza contro gli altri, ognuno dovrebbe essere libero di rispettare o non rispettare il Ramadan”, ha spiegato Karim Chiir, membro del Consiglio tunisino per la laicità. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE