THAILANDIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Thailandia: donna condannata a 43 anni di carcere per “insulti al re”

Bangkok, 19 gen 12:17 - (Agenzia Nova) - Una donna thailandese è stata condannata oggi a 43 anni e 6 mesi di carcere per il reato di “lesa maestà”, commesso attraverso messaggi audio pubblicati su Facebook e su YouTube e critici verso la monarchia. Lo rendono noto gruppi di attivisti per i diritti umani che condannano unanimemente la sentenza, che giunge nel pieno di proteste senza precedenti contro la monarchia e contro il governo del premier Prayuth Chan-o-cha, appoggiato dalle forze armate. “Il verdetto odierno è scioccante e manda il raggelante segnale che non solo le critiche verso la monarchia non saranno tollerate, ma che saranno anche severamente punite”, ha commentato il ricercatore di Human Rights Watch Sunai Phasuk. Il reato di lesa maestà, noto anche come Articolo 112, è punibile da tre a 15 anni di carcere per capo d’imputazione. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE