LIBIA

 
 

Libia: accordo Sarraj-Namrush-Haddad su nomina Al Kikli a capo sicurezza

Tripoli, 19 gen 09:03 - (Agenzia Nova) - La nomina del capo della milizia di Abu Salim, Abdul Ghani al Kikli, come capo della nuova Autorità per il supporto alla stabilità creata ieri a Tripoli è il frutto di un accordo tra il premier libico, Fayez al Sarraj, il ministro della Difesa, Salaheddin al Namroush, e il capo di stato maggiore, Muhammad al Haddad. Secondo quanto riporta l’emittente “Libya24”, l'accordo è stato raggiunto il 17 gennaio dopo una lunga riunione presso la base navale di Abu Seta a Tripoli alla presenza oltre che del diretto interessato anche del comandante del battaglione 166, Muhammad al Hussan e del comandante della Brigata Nawasi, Mustafa Qaddour. Nel corso della riunione è stata concordata una bozza di decreto prima che la decisione diventasse effettiva. Il ministro dell’Interno, Fathi Bashagha ha criticato la creazione della nuova Autorità considerandola un doppione rispetto a quelli già esistenti che operano per conto del dicastero oltre ad essere un apparato di sicurezza che non segue il suo ministero. Infatti, come sottolineano diversi osservatori, l’Autorità per il supporto alla stabilità è stata creata proprio mentre Bashagha si appresta a lanciare la sua operazione, annunciata la scorsa settimana, denominata "caccia al serpente", che era stata già disconosciuta dagli apparati che fanno capo al ministro della Difesa, Al Namroush. Il ministero dell'Interno sta attualmente lavorando per intensificare le sue operazioni di sicurezza all'interno della città di Tripoli, e sta monitorando i movimenti di alcuni leader delle milizie armate, in particolare l'ex comandante della Brigata rivoluzionaria di Tripoli, Haitham al Tajouri, già capo di Al Kikli, dopo aver ricevuto informazioni sulla possibilità che possa provocare atti che minano la sicurezza nella capitale, in caso di formazione di un governo di unità nazionale guidato dal ministro dell'interno Bashagha.
(Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE