TLC

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tlc: Guardia di finanza sequestra a Windtre 21 milioni di euro

Roma, 15 gen 15:24 - (Agenzia Nova) - Nell'ambito operazione “Vas al telefono” è stata data esecuzione a un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla confisca diretta obbligatoria di oltre 21 milioni di euro nei confronti del provider “Windtre”, quale provento del reato di frode informatica, perpetrata a danno di centinaia di migliaia di consumatori. Il provvedimento è arrivato a seguito di numerose perquisizioni, ispezioni informatiche e innovative investigazioni condotte dai militari della Guardia di finanza del nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche, del nucleo polizia economico finanziaria di Milano e della squadra reati informatici della Procura. Le indagini, anche di natura tecnologica e bancaria, hanno consentito di ricostruire le condotte illecite attraverso cui il gestore avrebbe addebitato a migliaia di clienti importi non dovuti per attivazioni indebite dei cosiddetti Servizi a valore aggiunto (Vas) sul proprio dispositivo mobile. Nel medesimo filone investigativo, erano già stati sottoposti a sequestro preventivo oltre 12 milioni di euro nei confronti di due società content service provider (Csp), le quali, per conto del gestore telefonico, sviluppavano il software e proponevano, per il tramite di aggregatori/Hub tecnologici, il servizio alla clientela. Ai fini della esatta quantificazione dei proventi illeciti incamerati indebitamente dalla compagnia telefonica, il pool degli investigatori ha chiesto e ottenuto dal Gip di applicare la medesima “formula della frode” utilizzata dagli indagati nella ripartizione interna dei guadagni. Come contrattualmente previsto, la formula - V = (B/0,45 + Y/0,45) / 2 - mette in relazione il profitto illecito della compagnia telefonica con quello dei produttori dei contenuti Vas. Da qui, considerato che i ricavi complessivi di questi ultimi derivanti da attivazioni illecite sono pari a oltre 19 milioni di euro, applicando la formula, quelli riconducibili alla società telefonica “Windtre” sono quantificati in 21,2 milioni di euro, oggi oggetto di sequestro. (segue) (Ren)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE