COLOMBIA

 
 

Colombia: arrestato "numero tre" dell'Esercito popolare di liberazione

Bogotà, 17 gen 15:59 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Colombia, Ivan Duque, ha annunciato l'arresto di Manuel Antonio Diaz Rueda, numero tre della banda criminale "Los Pelusos" conosciuto con il nome di battaglia di "Milton". "È uno dei colpi più importanti che sono stati sferrati a questa struttura, Il soggetto, catturato bella città di Cucutà (al confine con il Venezuela), portava con sé un fucile d'assalto ed armi che rappresentano una minaccia", ha detto Duque ai media locali. Il capo dello stato ha attribuito a "Milton" la responsabilità delle numerose morti violente ai leader sociali, rappresentanti delle comunità indigene e contadine che vivono in territori ambiti dalla guerriglia, e di aver tenuto sotto scacco la regione del Catatumbo. L'uomo "è stato anche segnalato per l'assassinio di alcune persone nel processo di rinserimento", ha aggiunto Duque rimandando alle persecuzioni nei confronti degli ex guerriglieri delle Fozre armate rivoluzionarie della Colombia (Farc), che hanno aderito al processo di pace stretto con il governo alla fine del 2016. La Polizia nazionale ha da parte sua ricordato che "Milton" era ricercato da 17 anni. Los "Pelusos" è il nome comunemente speso in Colombia per l'Esercito popolare della liberazione (Epl). Si tratta di una formazione armata fondata nel 1967, basata sulle ideologie marxiste leninista. All'inizio degli anni 90 oltre duemila membri sono usciti dalle fila dell'organizzazione lasciando circa duecento elementi in forze. Ad oggi si contano circa 400 guerriglieri, operanti sopratutto nella zona di frontiera con il Venezuela. Si tratta di un territorio nel quale l'Epl pare contendersi la supremazia all'Esercito di liberazione nazionale (Eln). (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE