LIBANO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libano: incriminate quattro persone per trasporto d’armi a bordo di nave sequestrata in Grecia (2)

Beirut, 14 gen 17:31 - (Agenzia Nova) - “I fucili sono stati trasportati utilizzando il nome della Yassine Middle East Company for Trading and Industry, senza che questa lo sapesse, allo scopo di ottenere profitto finanziario”, si legge nell’atto, che incrimina anche i due proprietari della nave, i libanesi Kamal K. e Mohammed A., residenti a Tripoli (nel nord del Paese). Il carico, sottolinea l’atto, non è entrato in alcun porto libanese e le autorità greche, che hanno ancora il carico di fucili, hanno già cercato di spedire i container di nitrato di ammonio verso “la sua destinazione principale, il Congo, nel 2020”. La notizia giunge dopo che l’emittente televisiva libanese “Al Jadeed” ha suggerito che dietro il carico di nitrato di ammonio che è esploso il 4 agosto 2020 nel porto di Beirut ci fossero tre imprenditori siriani vicini al governo di Bashar al Assad. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE