TURCHIA

 
 

Turchia: Ocse rivede al rialzo stime per crescita 2020

Ankara, 14 gen 17:07 - (Agenzia Nova) - L’Ocse ha rivisto al rialzo le stime relative alla crescita registrata dall’economia turca nel 2020, calcolando una contrazione dello 0,2 per cento (contro l’1,3 per cento previsto inizialmente). Nell’ultimo rapporto economico sulla Turchia, l’organizzazione con sede a Parigi ha detto che “la ripresa dell’economia turca dalla prima ondata della pandemia è stata forte, ma affronta venti contrari”; tuttavia un economista Ocse, Rauf Gonenc, ha annunciato ai giornalisti durante una videoconferenza che l’economia potrebbe perfino chiudere il 2020 con una leggera crescita positiva. Si tratta, secondo il quotidiano turco “Daily Sabah”, di uno dei ‘rimbalzi’ più forti fra i Paesi membri dell’organizzazione: nel terzo trimestre 2020 la Turchia ha assistito a un tasso di crescita del 6,7 per cento, superiore alle attese, contro una recessione del 9,9 per cento nei tre mesi precedenti, dovuta alle conseguenze economiche della pandemia di Covid-19.

Secondo il programma economico annunciato dal governo a settembre 2020, Ankara progetta una crescita pari allo 0,3 per cento (e si attende un rimbalzo del 5,8 per cento nel 2021). Le proiezioni Ocse stimano per il 2021 e il 2022 una crescita pari rispettivamente al 2,6 e al 3,5 per cento; il rapporto Economic Outlook Report pubblicato lo scorso primo dicembre stima una crescita di rispettivamente il 2,9 e il 3,2 per cento. Secondo Alvaro Pereira, direttore dell’Ocse per gli studi economici sui Paesi, il focus delle autorità dovrebbe “essere sul ripristinare la stabilità macroeconomica e sul vedere il periodo post-crisi come un’opportunità per incoraggiare l’investimento estero e interno, attraverso una governance pubblica più forte, e per utilizzare riforme di mercato e lavoro per potenziare le imprese e permettere loro di creare impiego di qualità”. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE