LIBIA

 
 

Libia: economista Shahoumi, Sarraj non ha risolto la crisi sulle entrate petrolifere

Tripoli, 02 dic 2020 08:55 - (Agenzia Nova) - La riunione di emergenza convocata ieri dal premier del Governo di accordo nazionale libico (Gna), Fayez al Sarraj, non ha risolto la crisi delle entrate petrolifere. A dirlo è stato l'esperto economico libico Suleiman al Shahoumi, spiegando che le soluzioni globali richiedono più che buone intenzioni. "Tutti hanno atteso i risultati della riunione di ieri di un nutrito gruppo di alti funzionari statali libici per discutere di come affrontare il congelamento dei proventi del petrolio e come risolvere i dilemmi economici che il paese deve affrontare. Eppure il risultato è stato che il congelamento continuerà. I proventi del petrolio sono al momento detenuti nei conti della Libyan Foreign Bank con garanzie internazionali". Al Shohoumi ha aggiunto su Facebook che l'incontro si è concentrato sulla speranza che si tenga una riunione finale del Consiglio di amministrazione della Banca Centrale, che ha lo scopo di adeguare il tasso di cambio. “Prima di questo – aggiunge l’economista – l’istituto emittente dovrebbe occuparsi di accettare la valuta stampata dalla Banca centrale di Bengasi e introdurre un nuovo tasso di cambio con cui soddisfare qualsiasi domanda di valuta: questo dovrebbe essere unito alla preparazione e all'approvazione di un bilancio governativo unificato per il prossimo anno 2021". (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE