UE

 
 

Ue: von der Leyen, Polonia e Ungheria sottopongano loro dubbi a Corte giustizia

Bruxelles, 25 nov 2020 10:02 - (Agenzia Nova) - Polonia e Ungheria dovrebbero rivolgersi alla Corte di giustizia dell'Unione europea per fugare le loro preoccupazioni riguardo alla condizionalità del rispetto dello stato di diritto per l'utilizzo delle risorse del Quadro finanziario pluriennale dell'Ue (Qfp) e del Next Generation Eu. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in aula plenaria. "Due Stati membri hanno espresso dubbi" sul Qfp e il Next Generation Eu. "Il modo migliore sarebbe dissipare questi dubbi", ha detto. "A luglio, tutti i 27 capi di Stato e di governo hanno anche concordato un nuovo meccanismo di condizionalità. Si tratta di violazioni dello stato di diritto che mettono in pericolo il bilancio europeo. Ciò è appropriato, proporzionato e anche necessario. È difficile immaginare che qualcuno in Europa possa preoccuparsene", ha ricordato. "Se avete ancora dubbi, la strada è chiara: potete rivolgervi alla Corte di giustizia europea e far esaminare le nuove regole. Questo è il luogo in cui di solito contestiamo i disaccordi sui testi legali. E non a spese dei milioni di europei che attendono con urgenza il nostro aiuto", ha specificato. "Tutti dobbiamo loro una risposta rapida. Coloro che hanno dovuto chiudere temporaneamente i loro ristoranti e negozi a vantaggio di tutti noi. A coloro la cui esistenza è minacciata. Le persone che temono per il proprio lavoro. Anche in Polonia e Ungheria", ha sottolineato. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE