RUSSIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Russia: incitamento all'estremismo, tribunale dispone arresto per collaboratore di Navalnyj

Mosca, 16 gen 16:21 - (Agenzia Nova) - Un tribunale di Mosca ha disposto l’arresto per Pavel Zelenskj, membro del team della Fondazione anticorruzione dell’oppositore russo Aleksej Navalnyj, con l'accusa di incitamento all'estremismo su Internet. È quanto si legge in una nota del tribunale distrettuale di Presnenskj, secondo cui Zelenskj resterà in carcere fino al 28 febbraio. Il caso ruota attorno a un tweet pubblicato lo scorso ottobre che mostrava una foto di Irina Slavina, giornalista russa morta dopo aver dato fuoco a una filiale del ministero dell'Interno il giorno dopo che il suo appartamento era stato perquisito dalla polizia. Il post sui social media esprimeva rabbia nei confronti del governo e invitava le persone a ribellarsi. “(Noi) non ci arrenderemo e aiuteremo la famiglia di Pasha Zelenskj in ogni modo possibile”, ha scritto su Twitter Ivan Zhdanov, direttore della Fondazione anticorruzione, dopo l'udienza in tribunale. La detenzione di Zelenskj arriva un giorno prima del previsto ritorno in Russia di Navalnyj, che attualmente si trova in Germania dove è stato in cura presso la clinica di Berlino Charité per le conseguenze di un presunto avvelenamento da agente nervino avvenuto lo scorso agosto. "La domanda 'tornare o meno' non mi si è mai posta. Solo perché non me ne sono andato. Sono finito in Germania, arrivato lì in un box per la terapia intensiva. Domenica 17 gennaio tornerò a casa con un volo operato da Pobeda", ha scritto nei giorni scorsi Navalnyj su Instagram. (segue) (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE