ALGERIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Algeria: la visita del diplomatico Usa Schenker lascia una scia di polemiche

Algeri , 16 gen 12:15 - (Agenzia Nova) - La recente visita in Nord Africa del sottosegretario di Stato Usa per gli affari mediorientali e nordafricani, David Schenker, è stata seguita da una scia di polemiche in Algeria. Il compito dell’inviato dell’amministrazione uscente degli Stati Uniti era arduo: rassicurare le autorità algerine dopo che Donald Trump ha pubblicamente riconosciuto la sovranità del Marocco sul Sahara occidentale, in cambio della ripresa delle relazioni tra Rabat e Israele. Circostanza, quest’ultima, che ha suscitato le vibranti proteste dell’Algeria che da sempre sostiene l’autodeterminazione del popolo saharawi e la causa palestinese. Da Schenker, dunque, era attesa quantomeno una spiegazione più esaustiva delle ultime manovre di Washington ma con il senno di poi, forse, il governo di Algeri avrebbe avuto più interesse a rifiutare la visita del sottosegretario. Durante la sua permanenza nel Paese nordafricano, Schenker non ha mancato di elogiare la qualità delle relazioni tra Washington e Algeri, affermando che il Paese nordafricano “svolge un ruolo pionieristico e produttivo nel continente africano”, ma è stato sempre ben attento a non evocare il dossier del Sahara Occidentale. (segue) (Ala)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE