CROAZIA-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Croazia-Italia: ministro Esteri Grlic-Radman a “Nova”, istituzione delle Zee renderà l’Adriatico un mare dell’Ue (2)

Roma, 18 dic 2020 13:35 - (Agenzia Nova) - “La Croazia – ricorda il ministro - dal 2003 ha istituito la Zona di protezione ittica e ambientale nella zona che dopo l’istituzione diventerà la Zona economica esclusiva. Assieme alla Zona economica esclusiva italiana, andremo a proteggere il Mare Adriatico e le due Zone economiche esclusive diventeranno un ‘mare dell’Ue’ che getterà le basi ancora più forti per la protezione e la collaborazione, anche attraverso ulteriore implementazione della Politica ittica comune dell’Ue”. Il ministro Grlic-Radman evidenzia che “la decisione presa in questo momento è il risultato di una collaborazione durata anni e del continuo dialogo riguardo alla protezione, preservazione ed economia sostenibile delle ricchezze naturali del Mar Adriatico tra la Croazia, l’Italia e la Slovenia, come anche altri Paesi vicini dell’Adriatico, nonché delle consultazioni con tutti gli attori interessati e con l’Unione europea. Siamo davanti ai negoziati per la demarcazione che saranno svolti nello spirito dei rapporti di buon vicinato”, assicura il ministro degli Esteri croato, secondo cui la riunione trilaterale di domani a Trieste potrebbe aiutare a sbloccare anche l’annoso contenzioso sui confini marittimi nell’Adriatico settentrionale tra Zagabria e Lubiana. “La Croazia crede fermamente che la soluzione del contenzioso sulla frontiera con la Slovenia sia possibile da raggiungere tramite un accordo diretto e da quando esiste il contenzioso lo stiamo ribadendo come la migliore soluzione. Anche se le due questioni non sono direttamente collegate, spero che l’accordo tra la Croazia e l’Italia sulla demarcazione delle zone economiche esclusive potrebbe essere un buon esempio e influenzare positivamente l’accordo di demarcazione della frontiera tra la Croazia e la Slovenia”. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE