Esteri

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

I fatti del giorno - Africa sub-sahariana (5)

Roma, 05 gen 17:00 - (Agenzia Nova) - Niger: governo proclama tre giorni di lutto nazionale dopo gli attacchi - Il governo del Niger ha proclamato tre giorni di lutto nazionale dopo gli attacchi che sabato scorso hanno colpito i villaggi di Tchombangou e Zaroumdareye, uccidendo almeno 100 persone. Lo ha detto il ministro dell'Interno facente funzione Alkache Alhada, che ricopre queste funzioni da quanto il ministro in carica Mohamed Bazoum si è dimesso per correre per la presidenza alle elezioni del 27 dicembre scorso. Il lutto, riferisce la stampa locale, è stato proclamato nel quadro della riunione del Consiglio di sicurezza nazionale che il presidente Mahamadou Issoufou ha presieduto ieri. In seguito agli attacchi, il governo del Niger ha deciso di rafforzare la presenza militare nella regione occidentale di Tillaberi, dove si sono svolti gli attacchi. Il comandante dell'esercito Mamane Sani ha spiegato che l'iniziativa intende garantire la sicurezza dei residenti e che per questo verrà formata un'unità speciale responsabile dell'area. Sani ha parlato dopo aver effettuato un sopralluogo nei villaggi di Tchombangou e Zaroumdareye, spostamento che ha effettuato insieme al primo ministro Brigi Rafini. Nessun gruppo armato ha per ora rivendicato gli attacchi. Insieme a Mali, Mauritania, Ciad e Burkina Faso, il Niger fa parte del gruppo G5 Sahel, che con l'operazione a guida francese Barkhane si è impegnato a combattere i gruppi terroristici. Gli attacchi nigerini sono avvenuti negli stessi giorni in cui il Gruppo di sostegno all'Islam e ai musulmani (Gsim), fazione jihadista attiva nel Sahel e legata ad Al Qaeda, ha rivendicato due attentati - il primo avvenuto il 28 dicembre, il secondo il 2 gennaio - nei quali sono morti in totale 5 militari francesi. Nelle due rivendicazioni, il Gsim ha sottolineato di aver agito "per mettere fine all'occupazione francese nella regione del Sahel". (Res)
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE