SUDAN-ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Sudan-Etiopia: aperti a Khartum colloqui su disputa di confine (4)

Khartum, 23 dic 2020 13:02 - (Agenzia Nova) - Ieri il primo ministro sudanese Abdallah Hamdok e il suo omologo etiope Abiy Ahmed hanno ribadito l'impegno a convocare una riunione del comitato congiunto di frontiera per la giornata di oggi, 22 dicembre. È quanto emerso dall’incontro avvenuto fra i due leader a margine del 38mo vertice straordinario dell'Assemblea dei capi di Stato e di governo dell'Autorità intergovernativa per lo sviluppo (Igad) che si è svolto a Gibuti per discutere delle tensioni regionali e dell'attuazione dell'accordo di pace in Sud Sudan. Nel suo intervento al vertice, il primo ministro Hamdok si è limitato ad affermare che il blocco regionale resta vincolato dal principio di non interferenza negli affari interni degli Stati membri. “Il nostro incontro qui oggi è anche un'opportunità per noi di deliberare sulle questioni emergenti nella nostra regione, quindi spero che le discussioni che avremo ci daranno l'opportunità di ricevere un briefing dal premier Abiy Ahmed sulla situazione e sui recenti sviluppi in Etiopia”, ha sottolineato Hamdok, presidente di turno dell’Igad, riferendosi alla crisi nel Tigrè che interessa da vicino il Sudan dove sono già affluiti più di 55 mila rifugiati etiopi in fuga dal conflitto. Il premier etiope, da parte sua, al termine dell'incontro ha pubblicato un tweet in cui ha ringraziato i leader dell'Igad per aver “compreso” le sue misure contro il Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tplf). “Esprimo la mia più profonda gratitudine ai leader Igad per aver compreso e riconosciuto le nostre misure di applicazione della legge come legali e legittime, nonché per aver espresso l'impegno a sostenere l'Etiopia”, ha scritto Ahmed su Twitter. Nel corso della riunione si è discusso anche delle tensioni tra Somalia e Kenya, dopo che il presidente somalo Abdullahi Mohamed “Farmajo” la scorsa settimana ha interrotto i rapporti diplomatici con Nairobi accusando il governo keniota di interferire negli affari interni del suo Paese. I leader dell'Igad hanno anche discusso della lenta attuazione dell'accordo di pace in Sud Sudan. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE