ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Etiopia: prosegue l’offensiva nel Tigrè mentre crescono i timori di un coinvolgimento dell’Eritrea

Addis Abeba, 09 nov 2020 17:14 - (Agenzia Nova) - Non si placa l’offensiva militare lanciata lo scorso 4 novembre dalle forze armate etiopi nella regione del Tigrè in risposta all’attacco sferrato dal Fronte di liberazione del Tigrè (Tplf) alle truppe federali di stanza presso il Comando settentrionale. Man mano che i combattimenti vanno avanti, il timore è che ora il conflitto possa estendersi alla vicina Eritrea e finire per coinvolgere anche il confinante Sudan, alimentando così il rischio di una guerra regionale fin qui solamente ipotizzata come scenario peggiore. In questo senso, alcune informazioni circolate nelle ultime ore sembrerebbero non smentire questa ipotesi: se secondo fonti citate dal quotidiano online “Eritrean Press” le autorità eritree non hanno per ora in programma di inviare truppe nel Tigrè a combattere contro il Tplf, le stesse fonti hanno precisato che “se da Addis Abeba ci venisse chiesto di intervenire, faremo tutto il possibile per aiutare il governo etiope”. Nel frattempo, come riferito dalla stessa “Eritrean “Press”, centinaia di militari Tplf si sarebbero arresi alle truppe etiopi mentre altri avrebbero abbandonato le loro postazioni e si sarebbero consegnati alle guardie di frontiera eritree. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE