MEDIO ORIENTE

 
 
 

Medio Oriente: presidente Al Sisi, risoluzione questione palestinese cambierebbe intera regione

Il Cairo, 12 gen 09:47 - (Agenzia Nova) - La risoluzione della questione israelo-palestinese cambierebbe l'intera regione del Medio Oriente aprendo nuove prospettive e percorsi di cooperazione regionale tra governi e popoli. Lo ha dichiarato il presidente egiziano Abdel Fatah al Sisi incontrando ieri i capi della diplomazia di Egitto, Giordania, Francia e Germania, Sameh Shoukry, Ayman Safadi, Jean-Yves Le Drian e Heiko Maas, riuniti al Cairo per riavviare i colloqui tra israeliani e palestinesi, nel quadro del processo di pace in Medio Oriente. "La risoluzione della questione palestinese cambierebbe lo status e la realtà dell'intera regione in modo migliore", ha dichiarato il presidente egiziano, ricordando l’impegno in questo senso dell’Egitto da oltre quattro decenni. Lodando il coordinamento tra Egitto, Giordania, Germania e Francia per porre fine all'attuale stallo nei colloqui di pace, Al Sisi ha sottolineato l'importanza di riportare il dossier del Processo di pace nel dibattito internazionale, tenendo conto dei recenti sviluppi a livello regionale e internazionale. Nel 2020, la regione ha assistito un cambiamento radicale nella posizione nei confronti di Israele, con alcuni la normalizzazione delle relazioni da parte di Emirati, Bahrein, Sudan e Marocco. Al Sisi ha confermato che l'Egitto proseguirà con i suoi sforzi a sostegno della causa palestinese come una delle “costanti della politica egiziana, al fine di ripristinare i diritti legittimi del popolo palestinese e stabilire la sua statualità indipendente sui confini del 1967, con Gerusalemme est capitale del futuro Stato palestinese”.
(Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE