ETIOPIA-SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Etiopia-Sudan: attacchi al confine, governi tornano ad accusarsi reciprocamente

Addis Abeba, 13 gen 12:29 - (Agenzia Nova) - Il governo dell'Etiopia ha accusato le forze dell'esercito sudanese schierate al confine di essersi spinte nel loro territorio, occupando fattorie e saccheggiando proprietà. La portavoce del ministero degli Esteri, Dina Mufti, ha sottolineato che l'incursione ha infiammato nuovamente le tensioni in corso fra i due Paesi per l'area frontaliera, nonostante i tentativi di risolvere la questione con mezzi pacifici. Le sue dichiarazioni sono tuttavia state condannate dal governo sudanese, secondo il quale è invece il governo etiope ad aver aggredito Khartum nella regione orientale di al Quaysha. In una nota, il ministero degli Esteri sudanese ha invitato la comunità internazionale ad intervenire e a condannare gli attacchi militari etiopi, condotti nella regione dell'Amhara. In questo contesto, anche il governo degli Emirati Arabi Uniti ha condannato le tensioni fra i due Paesi, che condividono un confine di 750 chilometri, e li ha invitati a rappacificarsi. Lunedì, secondo Khartum le forze armate etiopi hanno lanciato un attacco nel territorio confinante di Alvhqh, uccidendo sei civili fra cui diverse donne e un bambino. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE