BREXIT

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Brexit: Johnson, pronti a recedere accordo se proseguiranno problemi doganali in Mare d'Irlanda (2)

Londra, 13 gen 15:36 - (Agenzia Nova) - Questa decisione tuttavia implica che qualsiasi merce in transito tra Gran Bretagna e Irlanda del Nord, pur muovendosi tecnicamente all'interno dello stesso Stato, debba avere la documentazione necessaria per entrare all'interno dell'Unione europea, e sottostare alle stesse limitazioni in cui incorrerebbe se venisse esportata in qualsiasi altro Paese dell'Unione. Queste importanti limitazioni, che riguardano prevalentemente prodotti di origine animale come carne, pesce, uova e latticini, hanno causato carenze di questi beni in diversi supermercati nordirlandesi, ed hanno spinto gli amministratori delegati di tre delle principali catene britanniche (Marks & Spencer, Sainsbury's e Tesco) a scrivere una lettera al primo ministro questa mattina, chiedendo di "aprire un dialogo con l'Unione europea" e affermando che non riusciranno a rifornire adeguatamente la nazione se le difficoltà dovessero continuare. (Rel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE