CINA

 
 
 

Cina: Covid, 124 produttori di 21 Paesi hanno sospeso export alimenti della catena del freddo

Pechino, 14 gen 08:58 - (Agenzia Nova) - Circa 124 produttori di alimenti della catena del freddo in 21 Paesi hanno finora sospeso le loro esportazioni in Cina, a causa del rischio di infezioni da coronavirus importate attraverso la conservazione degli alimenti. Secondo l'Amministrazione generale delle dogane cinesi, che ha confermato la posizione rigorosa del governo sulla prevenzione e il controllo della diffusione dell'epidemia, 107 aziende hanno sospeso volontariamente le loro esportazioni. A partire dalla mezzanotte di ieri, 13 gennaio, 13,17 milioni di confezioni di alimenti importati dalla catena del freddo sono state disinfettate nei porti del Paese. "Un totale di 1.295.692 campioni sono stati raccolti e testati dalla dogana a livello nazionale, 47 dei quali erano positivi per l'acido nucleico, mentre gli altri campioni hanno restituito risultati negativi", ha spiegato oggi il portavoce della dogana cinese, Li Kuiwen, in una conferenza stampa. Il cibo importato dalla catena del freddo è stato sottoposto a un attento esame a seguito del crescente numero di casi segnalati dal giugno dello scorso anno, quando il coronavirus è stato rilevato su un tagliere utilizzato da un venditore di salmone importato al mercato Xinfadi a Pechino, portando a una sospensione delle importazioni del prodotto. Successivamente, almeno 16 regioni a livello provinciale in Cina hanno rilevato il coronavirus sugli alimenti importati della catena del freddo o sui loro imballaggi, spingendo molte città in tutto il paese ad attuare rigorose misure di disinfezione per prevenire una nuova epidemia di Covid-19.

(Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE