UGANDA

 
 
 

Uganda: uomini armati sparano contro l'auto di un ministro di Stato candidato alle legislative

Uganda: uomini armati sparano contro l'auto di un ministro di Stato candidato alle legislative
Kampala, 13 gen 10:42 - (Agenzia Nova) - Il ministro di Stato dell'Uganda per la vicepresidenza, Baltazar Kasirivu-Atwooki, è sopravvissuto questa mattina ad un tentato omicidio commesso da uomini armati che hanno sparato contro l'auto su cui viaggiava. Kasirivu, che è anche deputato del parlamento per la zona centro-settentrionale di Buganzaizi e candidato alle elezioni legislative in programma domani insieme alle presidenziali, ha dichiarato al quotidiano ugandese "Daily Monitor" che l'imboscata è avvenuta mentre rientrava da una diretta radiofonica tenuta nella città di Kakumiro. L'auto è stata colpita da otto proiettili, lasciando illesi sia il candidato che l'autista, sua personale guardia del corpo. Secondo quest'ultima, l'agguato è stato teso da circa due uomini armati che hanno sparato da entrambi i lati della strada. Kasirivu è in lizza per il seggio del parlamentare occidentale di Bugangaizi come candidato indipendente dopo aver perso alle elezioni primarie del Movimento di resistenza nazionale (Nrm) a settembre. Al voto di domani affronterà Fred Byamukama (Nrm) e Annet Kusingura (indipendente).

Episodi di violenza legati ai candidati delle elezioni presidenziali e legislative di domani sono all'ordine del giorno in Uganda. Lo scorso 3 gennaio almeno 11 persone hanno subito gravi ferite negli scontri scoppiati nella piccola località occidentale di Kyagaju fra i sostenitori di due candidati al parlamento distrettuale, ex alleati all'interno del Movimento di resistenza nazionale (Nrm). Le violenze, riferisce il "Daily Monitor", hanno contrapposto i sostenitori del candidato ufficiale del partito, Dicksons Kateshumbwa, a quelli del ministro della Scienza e dell'Innovazione, Elioda Tumwesigye, che si presenta come candidata indipendente al voto del 14 gennaio dopo aver perso le primarie del Nmr contro Kateshumbwa. Secondo il portavoce della polizia regionale del Greater Bushenyi, Martial Tumusiime, le violenze sono scoppiate intorno alle 15 di ieri e sono proseguite anche dopo l'intervento della polizia. "Non incoraggiamo questa follia di persone che combattono alle manifestazioni. La politica è politica e le persone non dovrebbero essere indotte a combattere l'una contro l'altra”, ha detto l'ufficiale di polizia.

La campagna elettorale in vista delle elezioni presidenziali e legislative del 14 gennaio ha preso il via lo scorso 9 novembre e si chiuderà il 12 gennaio. In lizza per la presidenza ci sono 11 candidati, fra cui il presidente in carica Yoweri Museveni, che correrà per un sesto mandato. Il capo dello Stato ha iniziato la sua campagna in un'area conosciuta come il triangolo di Luweero, nella regione centrale del Paese. Il suo principale sfidante Robert Kyagulanyi, popolarmente noto come Bobi Wine, ha invece dato avvio alla sua campagna nella regione del Nilo occidentale, ma i frequenti scontri con la polizia ed i suoi ripetuti arresti lo hanno costretto ad interromperla. Non appena ha annunciato la ripresa dei comizi, il 30 dicembre, Bobi Wine è stato nuovamente arrestato con tutti i componenti della sua squadra elettorale con l'accusa di non rispettare le linee guida approvate dal ministero della Salute, che vietano gli assembramenti a causa delle restrizioni anti-Covid e impongono un limite massimo di 70 persone nei raduni pubblici. Fra gli altri candidati figurano l'ex comandante dell'esercito Mugisha Muntu e l'ex ministro della Sicurezza generale Henry Tumukunde. A novembre un candidato alla presidenza, Patrick Amuriat, è stato arrestato nella sede del suo partito. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE