GERMANIA-UE

 
 
 

Germania-Ue: Bundestag chiede chiarimenti a Frontex su respingimenti migranti nell'Egeo

Berlino, 13 gen 20:08 - (Agenzia Nova) - I deputati della commissione Affari interni del Bundestag hanno chiesto al direttore esecutivo dell'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex), Fabrice Leggeri, chiarimenti sul presunto coinvolgimento dell'ente nei respingimenti illegali dei migranti nel mar Egeo. È quanto riferisce il settimanale “Der Spiegel”, rivelando il contenuto dell'audizione a porte chiuse tenuta oggi da Leggeri alla commissione Affari interni del parlamento federale. Vi sono “serie indicazioni che respingimenti di profughi, “contrari al diritto internazionale, continuino a verificarsi nell'Egeo”, ha affermato Helge Lindh, deputato del Partito socialdemocratico tedesco (SpD). Lindh ha aggiunto che la normativa europea in materia “lascia delle scappatoie e in alcuni casi non è chiara”. Pertanto, “le procedure e le linee di comportamento nelle operazioni di Frontex devono essere definite in maniera molto più chiaro”. Inoltre, l'Ue deve trovare il modo per alleggerire il carico che grava sulla Grecia a causa della questione migratoria. Per Lindh, infatti, “le violazioni dei diritti umani” che i migranti subiscono nell'Egeo sono “principalmente il risultato dello stress nel Paese”. Alcuni mesi fa, un'inchiesta di “Der Spiegel” ha rivelato che Frontex è coinvolta nei respingimenti illegali dei profughi al largo della Grecia. I funzionari dell'agenzia europea, tra cui agenti della Polizia federale tedesca (Bpol), fermano le barche dei migranti prima che possano raggiungere le isole greche e le consegnano alla Guardia costiera greca, da cui vengono respinte in alto mare. A seguito della pubblicazione dell'inchiesta di “Der Spiegel”, l'Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf) ha avviato un'indagine su Frontex per il presunto coinvolgimento nei respingimenti illegali nell'Egeo. Alcune accuse sono dirette anche contro Leggeri. (Geb)
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE