ENERGIA

 
 
 

Energia: Descalzi (Eni), eolico con le giuste condizioni rappresenta futuro settore energetico

Roma, 05 dic 2020 11:28 - (Agenzia Nova) - Con l'ingresso nel progetto Dogger Bank Wind Farm, Eni si è assicurata una posizione privilegiata per lo sviluppo di una tecnologia e di un'area che rappresentano il futuro del settore energetico. È quanto dichiarato dall’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, in intervista rilasciata al “Sole 24 Ore”. Commentando l'acquisizione, da Equinor e SSE Renewables, del 20 per cento del progetto nell'eolico offshore per le prime due fasi di Dogger Bank Wind Farm, al largo della costa nord-orientale dell'Inghilterra, per un esborso pari a circa 400 milioni di sterline (circa 443 milioni di euro), Descalzi ha dichiarato: "Abbiamo messo un piede nel più grande progetto al mondo nell'eolico offshore con una quota in capo a Eni che sarà di circa 500 megawatt rispetto ai 2,4 GW delle prime due fasi di Dogger Bank. Puntando su una tecnologia che, laddove ci sono le giuste condizioni, rappresenta il futuro dell'energia perché garantisce una distribuzione continua e ha un fattore di carico del 60 per cento che, a fronte del 30 per cento dell'eolico onshore e del 20 per cento del fotovoltaico, è un valore molto importante". Descalzi ha inoltre ricordato quanto sia fondamentale questo passo per il rispetto dell'obiettivo di 5 gigawatt di potenza installata da rinnovabili al 2025. Descalzi ha ricordato che il piano di sviluppo delle rinnovabili di Eni prevede che un gigawatt giunga dagli Stati Uniti e gli sviluppi verranno portati avanti con Falck Renewables. L’Ad di Eni ha ricordato che Eni ha già acquisito dei progetti esistenti, rivelando anche che ve ne sono di futuri che devono essere ancora discussi.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE