NAGORNO-KARABAKH

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Nagorno-Karabakh: Pashinyan, definito accordo per scambio prigionieri fra Armenia e Azerbaigian

Erevan, 05 dic 2020 10:16 - (Agenzia Nova) - Armenia e Azerbaigian hanno accettato di scambiare tutti i prigionieri di guerra catturati dalle parti durante il conflitto del Nagorno-Karabakh. Lo ha reso noto il primo ministro armeno Nikol Pashinyan, ribadendo l'importanza di preservare la pace tra i due Paesi. "Il compito cruciale è quello di rimpatriare i prigionieri. Voglio dire che ci sono stati alcuni progressi, con uno scambio che è stato negoziato sul principio del tutti per tutti", ha detto oggi Pashinyan, tenendo un discorso alla nazione. Il primo ministro ha aggiunto che l'accordo si applicherà ai prigionieri di guerra catturati non solo durante la recente escalation del conflitto, ma anche a coloro che erano stati detenuti in precedenza. Pashinyan ha sottolineato la necessità di progettare meccanismi per il ritorno dei prigionieri. Un'altra questione importante è la ricerca delle persone scomparse. Il primo ministro ha detto che l'Armenia aveva espatriato oltre 600 corpi di militari uccisi, 500 dei quali necessitavano di identificazione. "Con alta probabilità, possiamo dire che questi sono i corpi dei nostri compatrioti scomparsi.L'identificazione è condotta con l'uso del test del DNA. Ad oggi, 135 corpi degli uccisi sono stati identificati e consegnati ai loro parenti", ha detto Pashinyan, ripreso dall'agenzia "Armenpress". (segue) (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE