MAR NERO

 
 
 

Mar Nero: Russia, accumulo forze Nato ai nostri confini è fonte di preoccupazione

Mosca, 03 dic 2020 15:16 - (Agenzia Nova) - La Russia esprime preoccupazione per l'accumulo di forze militari della Nato nel Mar Nero: le azioni dell'Alleanza atlantica stanno minando la stabilità regionale. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova in un briefing con la stampa. "L'Alleanza sta espandendo la sua gamma di attività nel Mar Nero, attirando paesi non regionali. Il numero di scali di navi militari della Nato nei porti del Mar Nero di alleati e partner, voli di aerei da ricognizione e veicoli aerei senza pilota lungo i confini russi è in aumento. Nei territori di Bulgaria e Romania vengono dispiegate armi offensive, durante le esercitazioni si stanno elaborando scenari che implicano e prevedono, tra le altre cose, attacchi sul territorio russo da parte di bombardieri strategici Usa in grado di trasportare armi nucleari", ha detto Zakharova. La portavoce ha osservato che i membri della Nato stanno trascinando Ucraina e Georgia nelle loro attività, attraverso l’addestramento per affrontare la Russia nel corso di manovre ed esercitazioni congiunte. "Tutto questo ci causa seria preoccupazione, dobbiamo tener conto della crescita dell'attività militare dell'Alleanza e dei suoi Paesi membri, e reagire di conseguenza”, ha aggiunto la portavoce. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE