DIFESA

 
 

Difesa: India, si conclude oggi la Conferenza dei comandanti dell’Esercito

Nuova Delhi, 29 ott 2020 11:09 - (Agenzia Nova) - Si conclude oggi a Nuova Delhi, in India, la Conferenza dei comandanti dell’Esercito, iniziata il 26 ottobre. L’ordine del giorno di oggi prevede una presentazione dei progetti infrastrutturali avviati dall’Organizzazione delle strade di frontiera (Bro). Ieri è intervenuto il ministro della Difesa, Rajnath Singh, che oltre a sottolineare il ruolo della forza armata per garantire la sovranità e l’integrità nazionale, ne ha riconosciuto il valore di istituzione degna di fiducia, il contributo alla diplomazia militare e allo sviluppo tecnologico, l’aiuto offerto nel contesto dell’emergenza coronavirus. L’esponente del governo ha reso omaggio ai caduti, citando anche i militari recentemente morti nello scontro con le truppe cinesi nella Valle del Galwan. Riguardo alla situazione di tensione al confine con la Cina, nel settore occidentale della linea di controllo effettiva (Lac), la zona contesa, Singh ha auspicato la prosecuzione dei colloqui per risolvere pacificamente la controversia. Infine, ha assicurato che l’esecutivo è concentrato sul “potenziamento delle capacità di combattimento” e sul “benessere dei soldati”. 

La Conferenza dei comandanti dell’Esercito è un evento che si svolge con cadenza semestrale per discutere e prendere decisioni collegiali sulla forza armata, guidata dal capo di Stato maggiore Manoj Mukund Naravane. Le giornate precedenti sono state dedicate, tra l’altro, alla gestione delle risorse umane e all’aggiornamento del comando delle isole Andamane e Nicobare. Secondo indiscrezioni della stampa indiana, entro il 2022 l’Esercito dovrebbe essere riorganizzato sotto cinque comandi teatrali. La pianificazione della riorganizzazione è già iniziata dando priorità a un comando settentrionale, focalizzato sulla Cina, e uno occidentale, focalizzato sul Pakistan. Il primo avrebbe sede a Lucknow, nell’Uttar Pradesh, e sarebbe competente per l’area compresa tra il passo Karakorum, nel Ladakh, e l’avamposto di Kibithoo, nell’Arunachal Pradesh, per una lunghezza di 3.488 chilometri sulla linea di controllo effettiva. Il secondo avrebbe il quartier generale a Jaipur, nel Rajasthan, e un mandato esteso dal passo Indira Col sulle Montagne Saltoro nella regione del Ghiacciaio Siachen e l’estremità del Gujarat. Agli altri tre comandi spetterebbero l’area peninsulare, la difesa aerea e quella marittima. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE