RECOVERY FUND

 
 
 

Recovery fund: Amendola, serve un soggetto attuatore che sia veloce e con norme ben definite

Roma, 02 dic 2020 10:13 - (Agenzia Nova) - Il Piano per la ripresa non è una legge di bilancio, dal momento che si concentra su grandi capitoli come il green e la digitalizzazione: ci sono dei paletti specifici, perché l’investimento dei 27 Paesi europei sarà comune, e su una serie di aree strategiche di intervento. Così il ministro per gli Affari europei, Vincenzo Amendola, intervenuto oggi al talk “Finanza, economia reale e il risparmio come motore della crescita” organizzato da Rcs Academy. “Particolarmente importante sarà il terzo capitolo che riguarda la governance: dobbiamo definire un soggetto attuatore ed esecutore dei progetti, che sia veloce, efficace e con norme ben chiare”, ha spiegato, sottolineando la necessità di un intervento economico che si realizzi rapidamente in modo da favorire il più possibile la ripresa. Il monitoraggio dell’Europa sulla realizzazione dei progetti e l’impiego delle risorse del Recovery sarà “continuo e riguarderà tutti i Paesi Ue”. (Ems)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE