BANGLADESH

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Bangladesh: rohingya, parte dei profughi ricollocata a Bhasan Char dalla prossima settimana (2)

Dacca, 30 nov 2020 16:45 - (Agenzia Nova) - L’esodo massiccio dei rohingya verso il Bangladesh risale all’agosto del 2017, quando nel Rakhine si scatenarono scontri armati e gravissime violenze ai danni dei civili, dopo una serie di attacchi da parte di combattenti islamici contro diversi avamposti della polizia e una vasta operazione delle forze di sicurezza birmane contro quella minoranza musulmana. Il Bangladesh ospita attualmente più di un milione di rohingya, prevalentemente nel distretto di Cox’s Bazar, dove si trova il più grande accampamento di profughi del mondo, formato da 27 campi. Per far posto agli insediamenti e raccogliere legna da ardere sono state spianate colline e abbattute foreste su una superficie di 4.300 acri, comprendente anche aree protette. Oltre al danno ambientale, il governo del Bangladesh ha segnalato problemi di sicurezza e ordine pubblico: scontri tra bande per il controllo di mercati illeciti, dal contrabbando al traffico di stupefacenti (in particolare di Yaba, un derivato delle metanfetamine noto come “droga della pazzia”) alla tratta di esseri umani. Dacca chiede a Naypyidaw di assicurare un rimpatrio sicuro dei rohingya. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE